Quanto dura il materasso: ecco come capire che è ora di cambiarlo

Come facciamo a capire che è tempo di cambiare materasso? Scopriamo quanto dura il materasso e qual è il migliore da scegliere

È tempo di cambio stagione, e perché no anche di cambio materasso. Con le pulizie di primavera, oltre a pulire casa da cima a fondo, cerchiamo anche di dare una rinfrescata alle pareti. Spesso infatti sui muri di casa, durante l’inverno, si forma la muffa o l’umidità. Ma non solo, in questo periodo facciamo anche decluttering, ovvero andiamo a mettere via tutte le cose, oggetti o capi di abbigliamento.

materasso
Quanto dura il materasso?-foto canva-tuttogratis.it

Dal momento che si mettono a posto molte cose in casa, questo può essere considerato il periodo perfetto anche per il cambio materasso. Riposare su un buon materasso è fondamentale per non avere dolori durante l’intera giornata. Ogni persona trascorre un terzo della propria vita dormendo, che facendo un calcolo sono circa 27 anni. Sappiamo bene che dormire male causa effetti nocivi sulla salute, sia a livello mentale che fisico.

Grazie alla tecnologia, ci sono applicazioni che ci ricordano quand’è il momento di andare a dormire. Queste però non sempre funzionano! La verità è che il materasso incide davvero tanto. Ma forse perché sarà ora di cambiarlo? In realtà sono poche le persone che sanno realmente quando deve essere cambiato un materasso.

Quanto dura realmente il materasso: scopriamo se è ora di cambiarlo

durata materasso
Quanto dura il materasso?-foto canva-tuttogratis.it

Ad oggi esistono davvero tanti modelli di materasso in commercio di grande qualità. Tuttavia nessuno dura per sempre. Ci sono dei segnali che ci fanno capire quando è arrivata l’ora di cambiarlo. Il primo è l’infossamento, poi notiamo la rigidità. Se infatti questo si presenta più duro rispetto al giorno in cui l’abbiamo acquistato, vuol dire che dobbiamo cambiarlo.

LEGGI ANCHE: Quale caldaia dobbiamo scegliere per riuscire a risparmiare?