Questa parte dell’insalata non devi buttarla: commetti un grave errore

C’è una determinata parte dell’insalata che non va buttata via perché commetteresti un grande errore: ecco perché

L’insalata è una verdura consumata quasi quotidianamente dalle persone, è magra ma anche facile e veloce da preparare.

questa parte dell'insalata non va buttata
Non buttare questa parte dell’insalata: ecco perché-foto fonte canva-tuttogratis.it

La possiamo condire in tanti modi e fare ricette uniche. C’è chi la compra in busta al supermercato, e quindi già lavata e chi invece preferisce comprarla dal fruttivendolo e pulirla in casa.

Oggi giorno si sta facendo sempre più strada il “fai da te”, e questo permette alla maggior parte delle persone di non buttare niente e sfruttare ogni minima cosa che abbiamo in casa. Ad esempio i rotoli di carta igienica è meglio non buttarli, perché si possono realizzare tantissime cose utili. Così come è preferibile non buttare i cd o l’acqua del condizionatore.

Questo può succedere anche per il cibo. Ci sono determinati ingredienti che possono essere utilizzati anche per fare altro, ad esempio il lievito di birra può essere utilizzato sia per pulire casa che per concimare l’orto, oltre che a cucinare. Dell’insalata tendiamo a buttare il “culetto” ma non dovremmo farlo, ecco perché

Non dovremmo buttare il “culetto” dell’insalata: ecco perché

questa parte dell'insalata non va buttata
Non buttare questa parte dell’insalata: ecco perché-foto fonte canva-tuttogratis.it

Apparentemente può sembrare una parte dell’insalata inutile, perché non sembra commestibile, eppure non dovremmo mai buttare il “culetto” dell’insalata. Cosa bisogna farne allora?

Dobbiamo metterlo in un recipiente con un filo d’acqua. Mi raccomando, l’acqua deve essere davvero poca. Dopodiché il recipiente deve essere messo in un ambiente luminoso, questa parte dell’insalata comincerà quindi a crescere di nuovo inaspettatamente.

LEGGI ANCHE: Se hai questi prodotti in soffitta, non buttarli: ecco quanto possono valere

Molti fanno l’errore di infilzarlo, ma è preferibile non farlo, anche perché cresce comunque. Quello che è necessario, è trovare il giusto recipiente dalle dimensioni giuste. Attenzione però, perché il torsolo dell’insalata, potrebbe annerirsi e questo potrebbe farvi pensare che sia andata a male, ma non è così.

LEGGI ANCHE: Patate pronte in 8 minuti grazie a questo stratagemma geniale: a prova di chef

Se questo succede infatti, non dobbiamo preoccuparci, bisognerà solo eliminare la parte nera man mano. Ciò a cui dobbiamo fare attenzione è che l’acqua debba .essere davvero poca. Dopo circa tre settimane, si formerà una vera e propria insalata dalle foglie larghe. In questo modo, potete consumare le nuove foglie come preferite. L’ideale sarebbe farsi un bel panino farcito con la nostra insalata fresca.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK.