Amazon: avviata azione legale contro moltissime persone, potresti esserci anche tu

Amazon: il colosso mondiale dell’e-commerce dichiara guerra a moltissime persone, ecco cosa sta succedendo in queste ore

“Che bel vestito che hai. Dove lo hai comprato?”. Quante volte vi è capitato di fare questa domanda a un parente o a un vostro amico? “Bello il tuo cellulare. Quanto è costato? Ne vale la pena?”. Oppure: “Mi servirebbe una nuova macchinetta per il caffè, chissà se quella che ho in mente farà al caso mio”.

Amazon
Amazon Tuttogratis.it (Screenshot da Instagram @turner_duckworth)

Bene, adesso immaginate di poter rivolgere quesiti simili non solo alle poche persone che avete intorno ma a migliaia di utenti sparsi in tutto il mondo che possano darvi feedback delle loro esperienze di acquisto. Potreste essere più o meno sicuri di investire i soldi in prodotti che soddisfino le vostre aspettative. Ma non è sempre così. Esistono gruppi di recensioni su Facebook che, a quanto pare, assoldano individui disposti a pubblicare opinioni fuorvianti sui prodotti venduti nei negozi Amazon, nonché su altre piattaforme. In cambio ricevevano buoni o articoli gratuiti. Questa pratica scorretta non veniva esercitata solo in Italia ma in diversi altri paesi come Stati Uniti, Regno Unito,  Germania, Francia, Spagna e Giappone.

Amazon: è guerra contro i gruppi di recensioni false su Facebook

Amazon
Amazon Tuttogratis.it (Screenshot da Instagram @turner_duckworth)

La piattaforma di e-commerce Amazon fondata da Jeff Bezos ha individuato per la prima volta l’esistenza di gruppi di false recensioni su Facebook nel 2018. Ne è seguita un’attenta indagine durata quattro anni che hanno fatto venire a galla centinaia di migliaia di membri in totale.

LEGGI ANCHE: Lady Diana: quella volta in cui la Regina Elisabetta le salvò la vita

Pensate che il gruppo denominato “Amazon Product Review” contava oltre 43mila utenti iscritti. Proprio su richiesta del colosso del commercio online, è stato definitivamente chiuso dall’inizio dell’anno in corso da Meta Inc., azienda proprietaria di Facebook.

Dal 2020, Amazon ha segnalato alla stessa Meta Inc. la cifra pazzesca di oltre 10mila gruppi sospetti di recensioni false. Al momento ne sono stati eliminati la metà per violazione delle norme relative al social network di Zuckerberg e si continua a indagare sugli altri.

Ora è giunto il momento della mossa successiva. Amazon ha dato il via a un contenzioso legale contro gli amministratori di tali gruppi; si tratta, inoltre, di un modo di proteggere i propri clienti da mosse fraudolente.

LEGGI ANCHE: La bambina in FOTO è una delle donne più belle d’Italia. Non immaginereste di chi si tratta

Al momento sono impiegate più di 12mila persone che indagano sulle review anche su altre piattaforme come Instagram, TikTok e Twitter.