Non cedere all’inganno dei venditori: la garanzia copre anche questo aspetto del prodotto

Attenzione a non credere a tutto quello che ti dicono: ecco cosa copre veramente la garanzia legale dei prodotti che acquisti.

Quando si tratta dei diritti dei consumatori, è sempre molto importante conoscere determinate leggi che ci tutelano.

garanzia legale e convenzionale
Non tutti lo sanno, ma la garanzia copre moltissimi aspetti di un prodotto che acquisti, non farti fregare (fonte foto Canva) – Tuttogratis.it

Infatti, quando compriamo qualcosa, quel prodotto ha sempre una garanzia di almeno 2 anni, ma anche superiore nel caso di alcuni elettrodomestici o di alcuni oggetti, ma questo dipende dalla casa produttrice e dal venditore. Ti basti sapere che, di base, la garanzia di qualunque prodotto è di almeno 2 anni e comprende anche degli aspetti molto importanti e che sicuramente nessuno ti ha mai detto prima.

La garanzia copre moltissimi aspetti del prodotto: non è come ti hanno sempre fatto credere

Quando acquisti qualcosa, ci sono due tipi di garanzie che vanno applicate. In particolare, una è la garanzia legale che viene tutelata dalla legge italiana e che dura 2 anni, e poi c’è la garanzia convenzionale che è legata al produttore di quel determinato bene che hai acquistato.

tutela consumatore
Quando compri qualcosa, chiedi sempre anche questo documento importantissimo (fonte foto Canva) – Tuttogratis.it

Parliamo dunque prima della garanzia legale. Si tratta di una garanzia di 2 anni e che deve sempre essere applicata per qualunque prodotto. Il venditore ha il dovere di fornire al compratore un bene integro e che funzioni correttamente nel momento in cui questo venga venduto. Nel caso in cui ci sia un difetto nel prodotto, il venditore deve sostituirlo oppure ripararlo senza spese per chi l’ha acquistato.

LEGGI ANCHE: Pignoramento: la nuova legge che permette di prendere subito i soldi

Il difetto potrebbe anche presentarsi dopo qualche giorno o qualche mese dall’utilizzo, anche in quel caso, se si tratta quindi di un difetto di fabbrica, il consumatore può richiedere gratuitamente assistenza al venditore. Bisogna sempre portare con sé o scontrino d’acquisto per richiedere che venga applicata la garanzia. Deve essere sempre il venditore a farsi carico della sostituzione o riparazione del bene e non il produttore. Questo aspetto è molto importante perché moltissimi negozianti scaricano tutte le responsabilità sul produttore dicendo di non poter fare nulla, ma non è assolutamente così. Il venditore deve ritirare il prodotto e mettersi d’accordo con il produttore per sistemare la situazione.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK

Cos’è la garanzia convenzionale

La garanzia convenzionale invece è una copertura aggiuntiva e che non esclude in alcun modo quella legale. Si tratta di una garanzia che viene decisa dal produttore di quel bene e che deve essere consegnata all’acquirente. Nella garanzia devono essere indicati i criteri per i quali il bene è protetto e deve essere ben leggibile e in lingua italiana, per permetterne la facile comprensione a tutti.

LEGGI ANCHE: Puoi chiudere il balcone senza permessi: la nuova legge che cambia tutto

Quella convenzionale può riportare dunque anche altri tipi di copertura del prodotto e può essere anche di molti anni. Quindi, tieni sempre gli scontrini dei prodotti che compri e anche tutta la documentazione che ti fornisce il venditore per poterti avvalere della garanzia legale e, se c’è, anche di quella convenzionale.