Bonus INPS 150 euro: non dimenticare di consegnare questo modulo

Ci sarà un nuovo bonus di circa 150 euro per i lavoratori dipendenti: è però necessaria l’autodichiarazione per avere il pagamento

Continuano i bonus sia da parte dello stato che dall‘INPS per andare incontro e ridurre le difficoltà delle persone.

bonus INPS 150 euro-
BONUS INPS 150 EURO: i requisiti-foto fonte canva-tuttogratis.it

La situazione attuale, a livello economico non è delle migliori. Il potere di acquisto è sempre più basso perché le persone tendono a risparmiare in ogni cosa. Il caro vita ha causato dei grandi disagi in Italia, ed è per questo che c’è molta agitazioni.

Ci sono stati rincari sul carburante, anche se adesso è in atto uno sconto che è stato anche prorogato. Ma ciò non toglie che ha creato non poche difficoltà, anche i costi dei voli sono aumentati a dismisura.

Alla crisi finanziaria, si è aggiunta anche quella energetica, e quindi ci sarà un notevole aumento dei costi sulle utenze nel periodo invernale. Ed è per questo che sia lo stato che l’INPS, stanno cercando di aiutare gli italiani attraverso sei contributi economici. C’è un nuovo bonus di 150 euro per tutti i lavoratori dipendenti.

Bonus 150 euro: come fare per averlo

BONUS INPS 150 EURO
BONUS INPS 150 EURO: i requisiti-foto fonte canva-tuttogratis.it
I lavoratori dipendenti per beneficiare del bonus di 150 euro, dovranno presentare una nuova autodichiarazione. Si attende però la conferma ufficiale da parte del Decreto Aiuti ter.

Si tratta di un bonus che avrò lo stesso iter di quello da 200 euro dello scorso Luglio. L’importo però sarà inferiore e sarà anche destinato ad un numero limitato di beneficiari. Arriverà in busta paga a tutti coloro che hanno una retribuzione che non supera i 1538 euro nel mese di Novembre 2022.

Il contributo verrà erogato dal datore di lavoro ma sempre dopo aver ricevuto l’autodichiarazione con tutti i requisiti richiesti da parte del richiedente.
Tra i requisiti richiesti c’è quello di non essere titolari di pensioni, non far parte di un nucleo familiare percettore del Reddito di Cittadinanza, beneficiare di un’altra indennità da un altro datore di lavoro.
È necessario, inoltre, che il richiedente sia consapevole che in caso di informazione false, oltre ad incorrere in sanzioni, la somma donata, sarà detratta.
È possibile compilare il modulo richiesto al sito ufficiale dell’INPS