Omicidio in una masseria: 40enne ucciso al culmine di una lite

La scorsa notte in una masseria tra Manfredonia e Zapponeta (Foggia), un bracciante è stato ucciso con una coltellata: fermato un 55enne con l’accusa di omicidio volontario.

Omicidio la scorsa notte nelle campagne tra Manfredonia e Zapponeta, in provincia di Foggia, dove un bracciante di 40 anni è stato assassinato a coltellate al culmine di una lite scoppiata all’interno di un casolare.

Manfredonia omicidio ucciso bracciante lite
(Massimo Percossi – Ansa) – Tuttogratis.it

Poco dopo, i carabinieri hanno fermato un 55enne, individuato nei pressi del casolare e ritenuto responsabile del delitto. Ancora da chiarire le dinamica di quanto accaduto, su cui sono in corso le indagini dei militari dell’Arma.

Manfredonia, omicidio in una masseria: bracciante ucciso con una coltellata al culmine di una lite

Manfredonia omicidio ucciso bracciante lite
(Ansa) – Tuttogratis.it

La scorsa notte, tra giovedì 8 e venerdì 9 settembre, un uomo è stato ucciso al culmine di una lite scoppiata in una masseria, sita nelle campagne tra Manfredonia e Zapponeta, in provincia di Foggia. La vittima è un bracciante agricolo rumeno di 40 anni.

Da quanto emerso sino ad ora, si legge in un articolo de Il Quotidiano di Puglia, pare che il 40enne abbia ingaggiato una discussione all’interno del casolare. Durante la lite, sarebbe stato poi colpito con una coltellata al fianco sinistro e si è accasciato al suolo esanime. Inutili tutti i tentativi di soccorso: troppo gravi le lesioni riportate.

LEGGI ANCHE: Dramma nell’azienda di famiglia: ragazza cade in una vasca galvanica e muore

Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno dato il via alle indagini e alla caccia all’uomo per rintracciare il responsabile. Poco dopo, i militari dell’Arma hanno individuato, nei pressi del casolare un 55enne, connazionale della vittima, che è stato fermato con l’accusa di omicidio volontario. Non è stata, invece, trovata ancora l’arma del delitto.

LEGGI ANCHE: Giovane trovato morto dalla Polizia: era scomparso da oltre un mese

A chiarire i contorni della vicenda saranno le indagini dei carabinieri, coordinati dalla Procura. Dai primi riscontri, scrive Il Quotidiano di Puglia, pare che alla base della lite vi fossero futili motivi ed il tutto sia degenerato forse per via dell’abuso di alcol. Il tutto sotto gli occhi di altre persone che si trovavano nella masseria, dove lavorava uno dei due romeni lavorava.

È il secondo omicidio in Puglia nell’arco di poche ore: nella serata di mercoledì un ambulante di 40 anni è stato ucciso a coltellate su una spiaggia di Margherita di Savoia (Bari).

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK