13 mensilità a 300 euro da parte dell’INPS: ecco chi ne ha diritto

Una iniziativa da parte dell’INPS che permette di percepire 300 euro per 13 mensilità: ecco chi può usufruirne

Il carovita degli ultimi tempi ha toccato qualsiasi categoria. Dai produttori al consumatore, indistintamente ci sono oggi delle oggettive difficoltà.

300 euro INPS per 13 mensiltà
Nuovo incentivo da parte dell’INPS per 13 mensilità-foto fonte canva-tuttogratis.it

E a questo proposito il Governo ha varato numerose misure a sostegno di numerose categorie. Non è perso inoltre il focus su alcune categorie in particolare. E a questo proposito l’INPS fornirà un contributo di 300 euro a questa categoria in particolare.

Assegno INPS da 13 mensilità

300 euro INPS per 13 mensiltà
Nuovo incentivo da parte dell’INPS per 13 mensilità-foto fonte canva-tuttogratis.it

Mentre è in arrivo il calendario dei pagamenti da parte dell’INPS per il mese di settembre, ecco che arriva un nuovo incentivo verso una categoria ben definita. Il sostegno verso le persone affette da cecità è arrivato.

Si tratta di un assegno dall’importo mensile di 314,45 euro, corrisposto per 13 mensilità. Un sostegno non banale e soprattutto non scontato. Una misura che ancora una volta va a sostegno di quelle categorie considerate fragili, e per chi soffre in questo caso di questa ben specifica patologia.

L’erogazione però non è immediata, ci sono degli step da fare ben precisi, senza margine di errore. Infatti ci sono dei requisiti da rispettare e delle azioni da compiere per poter usufruire dell’assegno erogato da parte dell’ente.

LEGGI ANCHE: Novità assoluta dall’INPS: adesso puoi avere un prestito e pagarlo quando vuoi

I requisiti

I protocolli INPS sono molto rigidi, e in caso di errori è possibile non ottenere le misure economiche ed agevolazioni che spetterebbero. Per ottenere l’assegno mensile, la disabilità deve essere certificata nella sua totalità.

Si tratta appunto del sostegno per ciechi assoluti, e post certificazione verbalizzata dal medico-legale, sarà possibile inviare la certificazione all’INPS. Una volta ricevuta, l’INPS dovrà sottoporre il soggetto ad una ulteriore visita da parte della sua commissione medica, con redazione di apposito verbale.

LEGGI ANCHE: Se fa troppo caldo, c’è un’agevolazione per te da parte dell’INPS

Sarà possibile effettuare la domanda tramite il sito ufficiale dell’INPS o affidandosi ad un CAF o un Patronato che per conto del cittadino potrà inviarla. Una volta presentata ed accettata la domanda, entro un mese sarà corrisposto il primo assegno. Ulteriori requisiti sono la cittadinanza italiana e il non superamento di un valore reddituale annuo di 17.050,42 euro. Soddisfatte tali condizioni, l’ente provvederà a elargire tale somma al cittadino.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK.