Se non fai questo l’INPS revocherà le agevolazioni: fai attenzione

Quant’è facile dimenticare i propri obblighi ora che è estate? Noi siamo qui proprio per ricordarvi cosa dovete fare con l’INPS. 

Fate attenzione, perché da oggi dovrete cercare di essere il più attenti possibile per non perdere le vostre agevolazione INSP. 

Se non fai questo l’INPS revocherà le agevolazioni: fai attenzione – Tuttogratis.it (geralt preso da Pixabay)

Noi di Tuttogratis.it siamo qui, sempre pronti a fornirvi un piccolo aiuto nel destreggiarvi tra offerte, sconti e opportunità all’ultimo grido. Ma non solo! Tra i nostri piccoli impegni, infatti, c’è anche quello di farvi sapere quali sono invece gli obblighi e gli oneri che proprio non potete dimenticare. Proprio per questo motivo, oggi siamo qui per ricordarvi alcune importantissime accortezze che proprio non potete dimenticare quando si parla dell’INPS. Altrimenti, è bene che lo sappiate, il rischio è quello di versi revocate tutte le agevolazioni.

Attenti all’INPS o vi verranno revocate tutte le agevolazioni: ecco cosa dovete fare per non finire nei guai, continuate a leggere

Se non fai questo l’INPS revocherà le agevolazioni: fai attenzione – Tuttogratis.it (Tumisu preso da Pixabay)

Ebbene sì, sembra proprio che non potete proprio essere persone distratte. Dovete, infatti, stare ben attenti a non dimenticare alcune personali incombenze se non volete perdere quelle che sono le vostre agevolazioni quando parliamo di INPS. Ma di cosa stiamo parlando? Continuate a leggere per scoprire di più insieme a noi e soprattutto per capire di cosa si tratta. 

Parliamo, per la precisione, della Legge 104, ovvero quella collegata a delle situazioni di invalidità. Quello che forse non tutti sanno, infatti, è che i titoli di queste agevolazioni della legge 104, nei primi anni della frizioni, sono sottoposti a delle visite di revisione. Per dirla in poche parole: i diretti interessati possono rischiare di essere convocati tramite INPS per sottoporsi a delle visite mediche e verificare così la continuità dell’idoneità al contributo che viene versato. 

Per la precisione, si tratta di un controllo triennale, ovvero che ripete almeno tre volte. Al termine di queste triplice controllo, infine, e se le condizioni che hanno portato all’ottenimento dei benefici perdureranno, allora si vedranno confermati anche in modo definitivo. Attenzione però a non farvi prendere dall’ansia e dalla paura quando venite convocati: si tratta, infatti, di una semplice procedura di rito. Ma chi è che, nello specifico rischia di essere chiamato per un controllo?

Leggi anche –> Beauty Routine: i passaggi indispensabili per una perfetta cura personale

Ebbene, parliamo di tutti i contribuenti titoli di prestazioni come l’invalidità civile parziale, l’inabilità civile o l’indennità di accompagnamento. Infatti, proprio tutte queste prestazioni, nei primi verbali di prestazione hanno sempre presente l’indicazione che rimanda a una possibile revisione. Ci raccomandiamo, però, di non sottovalutare quella che potrebbe essere la vostra eventuale data di convocazione. La presenza è infatti obbligatoria, e in casi di impossibilità a presentarvi dovrete produrre una giustificazione apposita presso le competenti autorità. 

Leggi anche –> Uomo trovato senza vita nel suo appartamento: l’allarme lanciato dai vicini

Se invece non vi presenterete senza dir nulla, allora andrete incontro alla sospensione del beneficio a partire dal mese successivo. Non avete però nulla da temere: in questo caso, infatti, l’INPS provvederà a chiamarvi una seconda volta per accettarsi del vostro stato di salute. E solo in casi in cui vi è il perdurare dell’assenza da parte del convocato, allora si procederà con la rimozione definita dei benefici.