Colto da un malore durante l’allenamento di calcio: 14enne muore in ospedale

Un ragazzino di 14 anni è morto all’ospedale a Brescia, dove era stato ricoverato in seguito ad un malore che lo aveva colto mentre si allenava con la sua squadra di calcio.

Non ce l’ha fatta il ragazzino di soli 14 anni che da venerdì scorso si trovava ricoverato in ospedale a Brescia dopo essere stato colto da un malore improvviso mentre si stava allenando in campo con la sua squadra di calcio.

Verolavecchia malore allenamento morto ragazzo
(Foto da Canva) – Tuttogratis.it

Il 14enne è deceduto martedì nel reparto di rianimazione del nosocomio bresciano, nonostante i disperati tentativi dei medici di tenerlo in vita. Sotto choc l’intera comunità di Verolavecchia, dove il ragazzino viveva con la famiglia.

Verolavecchia, accusa un malore durante gli allenamenti di calcio: 14enne muore in ospedale

Verolavecchia malore allenamento morto ragazzo
(Foto da Canva) – Tuttogratis.it

Lutto a Verolavecchia, piccolo comune di circa 3mila abitanti della provincia di Brescia, per la morte di Filippo Gilberti, il ragazzino di 14 anni colto da un malore mentre si allenava con la propria squadra di calcio.

LEGGI ANCHE: Perde il controllo dell’auto e si schianta contro un muretto: muore ragazza di 25 anni

Il dramma nella serata di venerdì scorso, 2 settembre, sul terreno di gioco della Polisportiva Verolavecchia. Il 14enne, secondo quanto riferiscono alcuni quotidiani locali ed Il Corriere della Sera, era tornato ad allenarsi proprio venerdì, nel giorno del suo compleanno, dopo aver interrotto l’attività sportiva per via di problemi di salute. Durante la seduta di prova con la squadra, però, si sarebbe sentito male accusando un grave attacco d’asma.

LEGGI ANCHE: Dramma in caserma: luogotenente dei carabinieri trovato morto dai colleghi

Immediatamente è stato soccorso dallo staff medico della società che ha avviato le manovre di rianimazione, poi proseguite dall’equipe medica del 118, giunta sul posto. Il ragazzino è stato poi caricato sull’eliambulanza e trasferito d’urgenza presso il Civile di Brescia, dove è arrivato in condizioni molto gravi. A cinque giorni di distanza dal malore, nella giornata di martedì, il suo cuore ha smesso di battere nel reparto di rianimazione. La famiglia, riporta la redazione Il Corriere della Sera, ha autorizzato la donazione degli organi che serviranno a salvare altre vite.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK

Innumerevoli i messaggi di cordoglio e solidarietà per i genitori del 14enne colpiti dalla terribile tragedia. Anche il sindaco del paese, Laura Alghisi, ha voluto esprimere la propria vicinanza.