Imprenditore scomparso da casa: trovato morto in un campo

A 24 ore dalla sua scomparsa, l’imprenditore di 43 anni di cui si erano perse le tracce da Mathi (Torino) è stato trovato morto nelle campagne di San Carlo Canavese.

Il corpo senza vita di un imprenditore di 43 anni è stato trovato nel pomeriggio di sabato lungo una stradina di campagna a San Carlo Canavese, in provincia di Torino. Il cadavere del 43enne era riverso accanto alla sua auto.

San Carlo Canavese imprenditore morto ucciso
(Filippo Venezia – Ansa)

Nell’immediato sono scattate le indagini e gli accertamenti sul caso affidati ai carabinieri. Da quanto emerso, sembra che l’imprenditore sia stato assassinato a colpi d’arma da fuoco forse dopo una colluttazione. Disposto l’esame autoptico per far chiarezza sull’accaduto.

San Carlo Canavese, imprenditore trovato morto in una zona di campagna: ucciso a colpi di pistola

San Carlo Canavese Fatmir Ara morto ucciso
(Andrea Canali – Ansa) – Tuttogratis.it

Fatmir Ara, imprenditore di 43 anni e titolare di una piccola impresa edile, è stato trovato privo di vita nel pomeriggio di sabato 3 settembre nelle campagne di San Carlo Canavese, comune in provincia di Torino.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK

Il 43enne, riporta Il Corriere della Sera, il giorno prima era scomparso dalla sua abitazione, dove pare si trovasse agli arresti domiciliari. A lanciare l’allarme era stata la moglie non vedendolo in casa. I carabinieri hanno fatto scattare le ricerche, conclusesi, purtroppo, a distanza di 24 ore con il tragico ritrovamento del cadavere. Il corpo era riverso al suolo, vicino la sua auto, lungo una strada a poca distanza dal luogo di lavoro dell’imprenditore.

LEGGI ANCHE: Si tuffa nel fiume per un bagno: ragazzo di 17 anni perde la vita

I militari dell’Arma della compagnia di Venaria Reale hanno avviato le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Ivrea. Dai primi riscontri, scrive Il Corriere della Sera, Ara sarebbe stato ucciso con almeno tre colpi di pistola, ma prima potrebbe essere stato anche picchiato, considerato che sul corpo sarebbero stati rinvenuti anche alcuni segni di colluttazione.

LEGGI ANCHE: Precipita nel vuoto durante escursione in montagna: morta fotografa di 41 anni

La dinamica del delitto è ora al vaglio degli inquirenti i quali hanno già disposto, per fare maggiore chiarezza, l’autopsia sulla salma che verrà effettuata nelle prossime ore. Da determinare anche il movente: gli investigatori non escludono alcuna ipotesi, compresa quella di un omicidio maturato negli ambienti della criminalità. Non è chiaro se possano esserci collegamenti con i precedenti della vittima nota alle forze dell’ordine.