La famosa azienda ha preso una drastica decisione: potrebbe non bastare per salvare i bilanci

La famosissima azienda ha preso una decisione eclatante: il tutto fatto per provare a salvare la situazione finanziaria

È un periodo ancora delicato per numerose aziende, che si portano indietro ancora gli effetti causati dalla pandemia da covid-19.

chiusura sedi twitter
La famosa azienda ha preso una drastica decisione-tuttogratis.it (fonte: Canva)

E quindi ogni azienda in un modo o nell’altro ha dovuto correre ai ripari. Purtroppo per qualcuno non è bastato e ha dovuto addirittura chiudere bottega. Ma ci sono anche grandi aziende, non solo il piccolo privato, che sono dovuto ricorrere ai ripari e, forse, questi ripari potrebbero anche non bastare. La drastica decisione dunque di una famosa azienda potrebbe portare grosse ripercussioni.

La mossa per salvare il bilancio

chiusura sedi twitter
La famosa azienda ha preso una drastica decisione-tuttogratis.it (fonte: Canva)

L’azienda non è di quelle che in pochi conoscono, o una a conduzione familiare. Bensì, è una delle aziende precorritrici del nuovo modo di comunicare, di fare socialità, e per l’appunto di fare social. Ovvero, si tratta di Twitter. L’azienda del cinguettio più famoso del mondo, è dovuta infatti correre anch’essa ai ripari. Dopo il tira e molla con Elon Musk circa l’acquisizione dell’azienda, Twitter ha deciso di effettuare un grosso taglio al fine di alleggerire i bilanci. Infatti chiuderà numerose sedi lavorative. È una corsa ai ripari, e le sedi in chiusura potrebbero essere numerose. Sia in Europa, che nella famosa Silicon Valley in cui si trova San Francisco. Ma pare addirittura toccherà l’Australia, con la chiusura di Sidney.

Leggi anche -> Metti un like sui social e verrai pagato

Cosa faranno i dipendenti

Come Facebook ha annunciato una grande rivoluzione, ma di interfaccia, Twitter ne effettuerà una operativa. Ed ora è il momento delle domande, in particolare per i dipendenti. La chiusura di diverse sedi infatti spaventa i lavoratori. Ma l’azienda ha già rassicurando comunicando che non sono previsti licenziamenti, ma solo un forte incremento dello smart working. Il tutto anche causato dal ritardo o dalla trattativa completamente saltata con Elon Musk. È previsto quindi un full time da parte dei dipendenti, presso le loro abitazioni. Già era stato adottato tale sistema in pandemia, ed ora il taglio delle sedi scadute è necessario ai fini della salvaguardia del bilancio aziendale.

Leggi anche -> Il lato oscuro dei social network secondo la scienza

Viene da domandarsi che se un’azienda enorme ed importante come Twitter chiuda le proprie sedi, come se la potrà mai cavare il piccolo imprenditore? Sicuramente le proporzioni sono diverse ma in fin dei conti forse sono tutti nella stessa barca. I dipendenti quindi, almeno per ora, tirano un sospiro di sollievo e non ci sono sirene di licenziamento all’orizzonte. Il loro lavoro non cambierà ma premierà anche la gestione del loro tempo libero. Non ci resta che aspettare se la trattativa del mega acquisto vada finalmente in porto, e che possano realmente cambiare le cose.