I controlli del Fisco sono sempre più pressanti: ecco a cosa devi stare attento

Le tasse sono un argomento molto sensibile in Italia, non solo per l’alto tasso di evasori fiscali, ma anche per via delle difficoltà che molte famiglie stanno vivendo in questo periodo.

L’Italia è un paese meraviglioso, conosciuto in tutto il mondo per la sua buona cucina, le persone amichevoli, dei panorami incredibili, dei mari cristallini, ma purtroppo non è tutto oro quello che luccica.

-Tuttogratis.it- (Fonte: Canva)

Infatti nel nostro paese esistono tantissime problematiche di livello economico e amministrativo, al punto che le tasse si sono alzate fino al punto che moltissime aziende hanno deciso di lasciare il paese ed investire all’estero. Anche molti giovani stanno lasciando il paese, al punto che lo Stato ha deciso di diminuire le tasse dei cervelli in fuga tornati in patria. L’Italia è in effetti uno dei paesi in cui le tasse sono più alte in confronto al reddito e la maggior parte della colpa è proprio dell’evasione fiscale, che nel nostro paese è un problema che ci costa dai 30 ai 60 miliardi di euro l’anno.

Fisco: controlli più stretti e severi, attenzione a questi movimenti

fisco
Pagare le tasse in Italia: il Fisco sà già tutto. -Tuttogratis.it- (Fonte: Canva)

A conti fatti l’evasione fiscale è uno dei problemi più gravi in Italia, in grado di levare dalle casse dello stato un grande patrimonio che potrebbe essere utilizzato per ogni genere di progetto. Infatti il pagamento delle tasse è un modo per avere un fondo collettivo con cui poter creare scuole, infrastrutture, riparare le strade ed ottenere tutti i servizi pubblici, come ad esempio gli ospedali e le Forze dell’Ordine.

LEGGI ANCHE: Puoi risparmiare scalando questa voce dalle tasse

Quindi non solo le tasse sono essenziali ma contribuiscono alla crescita economica del paese ed è proprio per questo che il Fisco ha deciso di mettere in difficoltà gli evasori facendo dei nuovi controlli a chiunque risulti sospetto.

Logicamente questi controlli non interessano tutti ma solo una percentuale dei risparmiatori che ha alcuni atteggiamenti che potrebbero essere fraintesi dall’Agenzia delle Entrate e far scattare l’allarme.

LEGGI ANCHE: Brutte notizie per i viaggiatori: l’aumento delle tasse è in arrivo

Una cosa su cui il Fisco ha deciso di puntare maggiormente è proprio il pagamento in contante, cosa che può essere fatta solo in un modo: ritirando allo sportello o al Bancomat. Quindi il Fisco si allerterà se verranno prelevati troppi contanti nell’arco di un mese, al momento si pensa che i prelievi mensili oltre i 10.000 euro possano insospettire la banca che contatterà l’UIF e di conseguenza anche il Fisco. Inoltre sapevate che l’Agenzia delle Entrate sta sviluppando un software per trovare gli evasori?