Ragazzo muore dopo un tuffo in piscina: aperta un’inchiesta

Un ragazzo di 21 anni è morto ieri pomeriggio dopo essersi tuffato nella piscina del Grand Hotel di Riccione, in provincia di Rimini. Indagini in corso.

Doveva essere un pomeriggio tra amici all’insegna della spensieratezza, ma si è rapidamente trasformato in tragedia con la morte di un ragazzo di 21 anni. È accaduto ieri nella piscina del Grand Hotel di Riccione, in provincia di Rimini.

Riccione ragazzo morto tuffo piscina
(Albrecht Fietz – Pixabay) – Tuttogratis.it

Il giovane, che si trovava insieme ad alcuni amici, dopo essersi tuffato in piscina è finito improvvisamente sul fondo. Subito soccorso e trasportato in ospedale dai medici del 118, purtroppo, il 21enne non ce l’ha fatta: il suo cuore ha smesso di battere poco dopo l’arrivo presso il nosocomio. Sul caso è stata aperta un’inchiesta.

Riccione, si tuffa in piscina ma sparisce sott’acqua davanti agli amici: morto ragazzo di 21 anni

Riccione ragazzo morto tuffo piscina
(Foto da Canva) – Tuttogratis.it

Aveva solo 21 anni il ragazzo senegalese deceduto ieri pomeriggio, giovedì 14 luglio, dopo essersi tuffato nella piscina del Grand Hotel di Riccione (Rimini).

Stando ad una prima ricostruzione, come riporta Il Resto del Carlino, il giovane si era recato con alcuni amici presso il bar della struttura per trascorrere un pomeriggio in piscina. L’albergo è, difatti, ancora chiuso, ma la piscina è aperta ai clienti del bar. Dopo vari tuffi, però, il 21enne è rientrato in acqua ma è sparito sott’acqua sotto gli occhi attoniti dei compagni che hanno lanciato l’allarme.

LEGGI ANCHE: Muore mentre nuota nel fiume: la tragedia davanti al figlio

Presso il complesso è arrivata l’ambulanza del 118 con a bordo l’equipe medica che, dopo vari tentativi di rianimazione, ha trasportato d’urgenza il ragazzo all’ospedale ’Infermi’ di Rimini. Qui, purtroppo, non c’è stato nulla da fare: subito dopo il ricovero i medici ne hanno dichiarato il decesso.

Ora sono in corso le indagini dei carabinieri di Riccione, coordinate dalla Procura. I militari dell’Arma, giunti sul posto, hanno raccolto le testimonianze dei presenti e del personale della struttura. Da determinare le cause del decesso del 21enne: non è chiaro se la vittima possa essere annegata in acqua o se possa essere stata colta da un improvviso malore. A stabilirlo potrebbe essere l’autopsia che verrà disposta nelle prossime ore.

LEGGI ANCHE: Terribile frontale tra auto e scooter: 42enne muore mentre va a lavoro

Al vaglio degli investigatori anche la presenza o meno del personale del salvataggio: la tragedia si sarebbe consumata, difatti, ad un orario (intorno alle 14) in cui la balneazione sarebbe interdetta ed il bagnino assente. La piscina, riferiscono i colleghi de Il Resto del Carlino, sarebbe aperta agli avventori del bar, attraverso il pagamento di un biglietto, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19.