Assegno Unico dell’INPS: tutto cambia e in fretta

Un grande aiuto per le famiglie di tutta Italia subisce dei cambiamenti improvvisi. Tutto cambia nell’Assegno Unico dell’INPS.

L’Assegno Unico dell’INPS ha rappresentato un aiuto importante per le famiglie. I metodi per richiederlo e gli importa stanno cambiando velocemente. Ecco tutto quello che devi sapere per rimanere aggiornato e al passo con i tempi.

assegno unico dell'INPS
Cosa cambierà in merito all’erogazione dell’Assegno Unico per le famiglie. Tuttogratis.it (fonte: pixabay)

L’Assegno Unico è stato un sostegno non indifferente. Tantissime famiglie d’Italia si sono trovate in difficoltà dopo la pandemia e negli ultimi mesi trascorsi. I costi in forte aumento hanno piegato, infatti, coloro che già prima vivevano in condizioni precarie e di difficoltà. Questo aiuto, tuttavia, subirà dei notevoli cambiamenti e, per non farsi cogliere impreparati, devono essere conosciuti. Leggi qui e non perderti le ultime novità in merito.

Tutti i cambiamenti dell’Assegno Unico dell’INPS

nuovo metodo di calcolo per l'assegno unico
Scopri il nuovo metodo di calcolo dell’Assegno Unico dell’INPS. Tuttogratis.it (fonte: pixabay)

Le domande a cui rispondere sono tante: cosa cambierà? Quando? E, per chi non lo conoscesse ancora, che cosa si intende per ‘Assegno Unico’? Siamo pronti a rispondere a tutto e saperne di più in merito.

L’Assegno Unico è destinato alle famiglie con figli a carico fino al 21° anno d’età di quest’ultimo. È un sostegno ai genitori dipendenti, che percepiscono reddito di cittadinanza o pensionati. Il suo nome deriva proprio dal fato che esso, dal 1° marzo 2022, va a sostituire numerosi assegni di sostegno alle famiglie. Solo quello dell’asilo nido viene ancora conteggiato a parte.

A rappresentare la principale fonte di cambiamento è il modo in cui esso verrà erogato. Ora il criterio di valutazione dipenderà dall’ISEE. Se la famiglia gode di un reddito familiare lordo inferiore a 40.000 euro annui, si otterranno gli importi mensili più alti: fino a 175 euro. Se il reddito è pari o superiore a 40.000 euro, verranno erogati 50 euro.

Leggi anche: Assegno unico 2022 a maggio molti lo riceveranno

Cosa succede per le madri in dolce attesa? Dal settimo mese di gravidanza, la domanda per ricevere l’Assegno Unico può essere inoltrata. Gli importi mensili varieranno poi a seconda che sia il primo, il secondo il terzo od il quarto figlio, andando via via ad aumentare fino ad 85 euro in più.

Leggi anche: Chiara Ferragni: chi è e quanto riesce a guadagnare