Cadavere di un giovane sacerdote trovato all’esterno del cimitero: è giallo

Il cadavere di un giovane sacerdote è stato trovato ieri mattina all’esterno del cimitero di Bresso (Milano): il 39enne era scomparso oltre una settimana fa.

Era scomparso da oltre una settimana il sacerdote di 39 anni trovato morto ieri all’esterno del cimitero di Bresso, in provincia di Milano. A chiamare le forze dell’ordine è stato il custode del campo santo che ha scoperto il cadavere.

Bresso cadavere prete scomparso cimitero
(Massimo Percossi – Ansa)

Sul posto sono sopraggiunti il medico legale, che ha constatato il decesso, ed i carabinieri per gli accertamenti e le indagini. Per determinare le cause della morte, l’autorità giudiziaria ha disposto l’esame autoptico sul corpo, rinvenuto con una cintura ed un maglione legati al collo.

Bresso, cadavere di un sacerdote trovato all’esterno del cimitero: indagini in corso

Bresso cadavere prete scomparso cimitero
(Foto da Canva) – Tuttogratis.it

Agghiacciante scoperta nella mattinata di ieri, mercoledì 28 settembre, a Bresso, comune dell’hinterland di Milano. Il cadavere di un uomo è stato trovato all’esterno del cimitero. Si tratta di Ciad Donatien Mbaihornom, sacerdote 39enne di cui non si avevano più notizie dallo scorso 20 settembre.

A trovare il corpo, il custode che ha subito chiamato le forze dell’ordine. Immediato l’intervento dei soccorsi del 118 e del medico legale, i quali, giunti sul posto, non hanno potuto fare altro che dichiarare la morte del giovane prete. Oltre ai soccorsi, scrive Il Resto del Carlino, sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Sesto San Giovanni ed i colleghi del Ris che hanno attivato le indagini per risalire all’identità dell’uomo, avvenuta poco dopo, e chiarire le cause del decesso. In tal senso, è stata disposta l’autopsia sulla salma che verrà effettuata nelle prossime ore.

LEGGI ANCHE: Professore ucciso nella scuola dove insegnava: fermato un uomo

Da quanto emerso, riporta Il Resto del Carlino, il cadavere è stato rinvenuto appeso ad un’inferriata esterna al campo santo con una cintura legata ad un maglione e stretta intorno al collo. Ad ora, gli inquirenti non escludono alcuna ipotesi, compresa quella del gesto estremo.

LEGGI ANCHE: Spaventoso incidente sulla statale: morta una donna, tre feriti

Intanto si stanno cercando di ricostruire gli ultimi movimenti del sacerdote, scomparso lo scorso 20 settembre, quando, dopo aver preso un treno da Locarno, è giunto nel capoluogo lombardo. Qui avrebbe dovuto prendere una coincidenza per Roma, cosa che non sarebbe mai avvenuta. Ad insospettire gli investigatori una circostanza in particolare: i vestiti di Mbaihornom in un appartamento nel centro di Milano, città dove in realtà sarebbe dovuto solo passare prima di giungere nella Capitale.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK