La morte della Regina Elisabetta II utilizzata per una truffa colossale: malviventi senza scrupoli

Alcuni hacker senza scrupoli hanno utilizzato il pretesto della morte della regina Elisabetta II per ordire una truffa online contro malcapitati e ingenui utenti. Svelato il losco stratagemma

Dopo 70 anni di regno lo scorso 8 settembre si è spenta presso il castello di Balmoral l’ultima grande leader del Novecento, l’iconica regina Elisabetta II del Regno Unito.

truffa morte regina elisabetta II
Alcuni hacker hanno messo in atto una truffa online prendendo come pretesto la morte della Regina Elisabetta II. Tuttogratis.it (Foto da Canva)

I solenni funerali si sono svolti lunedì 19 settembre. É stato un evento di portata globale. Ben 4 miliardi di spettatori si sono collegati con varie emittenti per dare l’estremo saluto alla sovrana seppur a migliaia di chilometri di distanza. A quanto pare, alcuni cybercriminali non si sarebbero lasciati sfuggire un’occasione così ghiotta e hanno utilizzato questo triste avvenimento per mettere in atto una truffa bella e buona, uno stratagemma di phishing (ossia frode telematica) per mettere nel sacco ingenui e malcapitati utenti. Scopriamo in cosa consiste.

Truffa in occasione della morte della Regina Elisabetta II: false email recapitate con scopi sordidi

truffa morte regina elisabetta II
Hacker hanno messo in atto una truffa online prendendo come pretesto la morte della Regina Elisabetta II. Tuttogratis.it (Foto da Canva)

Alcuni criminali informatici hanno inviato e-mail fasulle riguardanti la dipartira della regina Elisabetta, progettate per sottrarre le credenziali e dati sensibili (come nomi utente e password) delle ingenue vittime.

LEGGI ANCHE: Non accetta il pagamento con il Pos: ecco come tutelarti al meglio

Gli esperti di Proofpoint hanno avvertito che il messaggio sembra provenire da Microsoft. Appare come una forma di tributo digitale a Sua Maestà. Invita gli utenti a far parte di una fasullo bacheca virtuale, una raccolta di condoglianze da lasciare nei registri della famiglia reale.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK

L’emai malevola contiene collegamenti a una pagina esterna, un link progettato per rubare le credenziali dell’utente, creato con il moderno kit di phishing EvilProxy capace di aggirare anche il sistema di sicurezza dell’autenticazione a due fattori.

LEGGI ANCHE: TikTok: come diventare una star del social e guadagnare cifre da capogiro

Il National Cyber Security Center del Regno Unito ha avvertito del pericolo, spiegando come gli hacker facciano spesso leva sui sentimenti delle vittime e prendano spunto da eventi di rilievo proprio come la morte della Regina.