Uccide la moglie a coltellate al culmine di una lite: arrestato 35enne

La scorsa notte a Spinea, in provincia di Venezia, un uomo ha ucciso la moglie 41enne a coltellate dopo una lite scoppiata nella loro abitazione. Indagano i carabinieri.

Femminicidio la scorsa notte a Spinea, in provincia di Venezia. Un uomo di 35 anni ha aggredito e ucciso la moglie 41enne a coltellate al culmine di una lite scoppiata all’interno della loro abitazione. Qualche ora più tardi sarebbe stato lo stesso 35enne a chiamare le forze dell’ordine.

Spiena femminicidio donna uccisa marito coltellate
(Daniele Carotti – Ansa) – Tuttogratis.it

Presso l’appartamento sono arrivati i carabinieri che hanno arrestato l’uomo, portato in caserma per l’interrogatorio, ed ora stanno indagando per delineare i contorni della tragica vicenda. Secondo i primi riscontri pare che la discussione sia nata per motivi di gelosia.

Spinea, uccide la moglie a coltellate al culmine di una lite in casa: arrestato un 35enne

Spiena femminicidio Lilia Patranel, uccisa marito
(Foto da Canva) – Tuttogratis.it

Una giovane donna è stata uccisa la scorsa notte, tra giovedì 22 e venerdì 23 settembre, nell’abitazione di Spinea, in provincia di Venezia, dove viveva. La vittima è Lilia Patranel, 41enne di origine moldava e madre di un bambino di 4 anni.

La dinamica del delitto è ancora al vaglio degli inquirenti. Secondo una prima ricostruzione, come riferiscono alcune testate locali e la redazione de Il Gazzettino, la giovane madre avrebbe ingaggiato una violenta lite con il marito, un 35enne anch’egli di origine moldava, per motivi di gelosia. Al culmine della discussione, l’uomo l’avrebbe aggredita con un coltello colpendola ripetutamente.

LEGGI ANCHE: Tragedia in un appartamento: muore bambino di appena 5 anni

Intorno alle 5, ad alcune ore di distanza dal delitto, il 35enne avrebbe chiamato i carabinieri lanciando l’allarme. Sul posto sono arrivate diverse pattuglie dei militari dell’Arma. L’uomo è stato arrestato e portato in caserma per essere interrogato. Per Lilla non c’è stato più nulla da fare. Non è chiaro se il figlio piccolo si trovasse in casa e se possa aver assistito al delitto.

LEGGI ANCHE: Mondo del calcio in lutto: ex difensore muore a soli 34 anni

Ora sono in corso le indagini che dovranno appurare quanto accaduto nell’appartamento, sito in zona Mantegna, dove sono arrivati gli uomini della Scientifica per i rilievi. Da quanto emerso sino ad ora, riporta Il Gazzettino, pare che la coppia avesse una relazione burrascosa ed in passato vi fossero state altre liti.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK