Prova a rientrare in casa dal balcone: 42enne precipita nel vuoto e muore

Un uomo di 42 anni è morto stamane a Formigine (Modena) cadendo dal terzo piano del palazzo dove abitava mentre provava a rientrare nel suo appartamento.

Un volo di diversi metri mentre provava a rientrare nel suo appartamento avendo dimenticato dentro le chiavi. Cosi ha perso la vita un uomo di 42 anni nella mattinata di oggi a Formigine, comune in provincia di Modena.

Formigine precipita terzo piano morto uomo
(Foto da Canva) – Tuttogratis.it

Il 42enne era uscito di casa per andare a lavoro, ma accorgendosi di non avere le chiavi ha provato a rientrare da un balcone. A quel punto, però, avrebbe perso l’equilibrio precipitando nel vuoto e piombando al suolo. Inutili i tempestivi soccorsi, allertati dai vicini.

Formigine, cerca di rientrare in casa dal balcone: 42enne muore precipitando dal terzo piano

Formigine precipita terzo piano morto Alessandro Scotti
(Cesare Abbate – Ansa) – Tuttogratis.it

È Alessandro Scotti, di 42 anni, la vittima del terribile episodio verificatosi intorno alle 7 di questa mattina, mercoledì 21 settembre, a Formigine, in provincia di Modena.

L’uomo, secondo le prime informazioni apprese da Fanpage, aveva appena lasciato il suo appartamento, sito al terzo piano di un palazzo in via 25 aprile, per andare a lavoro, ma si è accorto di aver dimenticato le chiavi dentro. Ha deciso così, facendosi aprire il portone del condominio da uno dei residenti, di provare a rientrare arrampicandosi sul suo balcone passando attraverso la finestra delle scale. Purtroppo, però, ha perso l’equilibrio finendo su un marciapiede sottostante: una caduta da un’altezza di diversi metri che non gli ha lasciato scampo.

LEGGI ANCHE: Scontro mortale tra auto e scooter: la vittima è un ragazzo di 24 anni

Udendo il tonfo, alcuni vicini hanno subito dato l’allarme e sul posto sono arrivati gli operatori sanitari del 118. Dopo svariati tentativi di rianimazione, i soccorritori si sono arresi dichiarando il decesso della vittima. Troppo gravi le lesioni riportate dopo l’impatto al suolo.

LEGGI ANCHE: Drammatica scoperta in un cantiere: due giovani operai trovati morti da un collega

Intervenuti anche i carabinieri che, attraverso le verifiche e gli accertamenti del caso, hanno ricostruito le fasi dell’incidente costato la vita ad Alessandro. Il 42enne, riporta Fanpage, lavorava come impiegato in un’azienda di ceramica e viveva da solo dopo la separazione con la moglie. Lascia un figlio.

Sotto choc tutti i residenti della zona che ben conoscevano il 42enne descritto come una persona gentile e disponibile.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK