Endometriosi: tutto ciò che bisogna sapere per affrontare questa malattia

Il tuo ginecologo dopo un’accurata visita ti ha informato che soffri di endometriosi? Ecco di che si tratta: facciamo chiarezza sull’argomento e tutto quello che concerne questa malattia.

Per chi non lo sapesse l’endometriosi non è altro che un’infiammazione cronica degli organi genitali femminili e del peritoneo pelvico dovuti a un’anomalia delle cellule endometriali presenti all’interno dell’utero.

endometriosi
Una battaglia che viene affrontata ogni giorno da milioni di donne nel mondo. -Tuttogratis.it- (Fonte: Canva)

Essa colpisce circa il 5% delle donne in età fertile e pare che nel mondo ci siano circa 176 milioni di donne che soffrono di questa patologia.

L’endometriosi è dovuta alla presenza dell’endometrio al di fuori della sede uterina andando anche ad invadere organi come le ovaie, lo spazio tra vagina e retto, la vescica, l’uretra, ma anche zona extra pelviche come intestino, polmoni, pleura e diaframma.

Di solito i sintomi appartenenti a questa malattia possono essere molteplici come la dismenorrea, cioè il dolore pelvico più o meno forte durante le mestruazioni che impedisce il normale svolgimento della vita lavorativa nelle donne. Il dolore può essere presente sia durante l’ovulazione che durante i rapporti sessuali. Inoltre alcuni sintomi potrebbero farti capire che hai il colesterolo alto, ecco di quali stiamo parlando.

Endometriosi: cosa fare per tenere a bada questa malattia!

endometriosi
La medicina sta cercando nuove strade per combattere questa malattia. -Tuttogratis.it- (Fonte: Canva)

L’endometriosi può essere diagnosticata sia chirurgicamente tramite laparoscopia o con metodiche di imaging come ad esempio con l’ecografia transvaginale.

LEGGI ANCHE: Addio ai cali di zucchero! Ecco i rimedi sentirsi subito meglio

La terapia più efficace è la rimozione di isole di endometrio extrauterina mediante la laparoscopia, un intervento mininvasivo che potrebbe essere ripetuto più volte nel tempo per tenere sotto controllo la situazione. Inoltre è importante una terapia farmacologica con medicinali chiamati estroprogestinici, quindi la normale pillola contracettiva a basso contenuto estrogenico e componenti monofasici.

La pillola può essere presa sia in maniera ciclica che continuativa specialmente nelle donne che soffrono di dismenorrea, evitando così non solo il dolore, ma anche l’eccessivo sanguinamento. Infine sia la chirurgia che la terapia farmacologica vengono combinate in modo da risolvere il problema o almeno alleviare i sintomi.

Purtroppo infatti gli ormoni non sempre vengono tollerati dall’organismo e anche l’intervento chirurgico può non essere risolutivo, visto che il tessuto endometriosico può riformarsi. Ecco perché nella cura dell’endometriosi è di vitale importanza cambiare il proprio stile di vita partendo dall’alimentazione, in modo che si abbia il miglior equilibrio ormonale possibile. Si consigliano cibi disintossicanti diminuendo la produzione di insulina ed eliminando cibi che contengono ormoni, fitormoni e interferenti ormonali.

LEGGI ANCHE: Questi 3 sintomi indicano che hai carenza di potassio, ecco come rimediare

In ogni caso però bisogna assolutamente informare il medico di famiglia e seguire le indicazioni degli esperti per avere un quadro certo della situazione e cercare una soluzione al problema, che purtroppo ad oggi affligge moltissime donne nel mondo. Se invece hai questi 4 sintomi bisogna subito chiamare un’ambulanza, ecco perchè.

Quest’articolo non intende sostituirsi ad un parere di un medico. Si consiglia di recarsi dal proprio medico curante di informarlo del proprio stato di salute. Tuttogratis.it non si assume nessuna responsabilità.