Reddito di Cittadinanza: consultare lo stato della domanda in 2 minuti

Avete dubbi e perplessità sul Reddito di Cittadinanza? Se la risposta è sì, ecco come poter consultare la domanda in due minuti. 

Lo sapevate che c’è un modo per scoprire a che stato si trova la vostra domanda per il Reddito di Cittadinanza? Ecco cosa bisogna fare.

Reddito di Cittadinanza: consultare lo stato della domanda in 2 minuti – Tuttogratis.it (Pexels preso da Pixabay)

Prima di tutto, e soprattutto prima di capire com’è possibile consultare lo stato della propria domanda per il Reddito di Cittadinanza, facciamo un piccolo riassunto di quello che sappiamo. O meglio, ricordiamo in breve quali sono i requisiti necessari per poter accedere a questo sussidio così gettonato. Insomma, torniamo un attimo indietro per poi andare in avanti. Per saperne di più, continuate a leggere insieme a noi di Tuttogratis.it. Ecco tutto ciò che bisogna sapere.

Lo sapevate che è possibile consultare lo stato della vostra domanda per il Reddito di Cittadinanza? Ecco tutto ciò che vi serve sapere

Reddito di Cittadinanza: consultare lo stato della domanda in 2 minuti – Tuttogratis.it (StartupStockPhotos preso da Pixabay)

Innanzitutto, come prima cosa, ricordiamo di cosa parliamo in poche parole quando ci riferiamo al Reddito di Cittadinanza. Si tratta, in poche parole, di un sussidio mensile volto ad aiutare proprio quelle che sono le famiglie meno abbienti, e che hanno difficoltà ad arrivare a fine mese. Per poter accedere a questo bonus, bisogna presentare una domanda e sottoporsi a una verifica per i requisiti richiesti. 

Ma quali sono questi requisiti che ci permettono di fare domanda per il Reddito di Cittadinanza? Innanzitutto, bisogna possedere una cittadinanza italiana o UE, o anche un permesso di soggiorno di lungo periodo. Altra caratteristica necessaria riguarda l’ISEE, che non deve infatti superare i 9360 euro. Ci sono però altri due requisiti indispensabili per poter fare richiesta e auspicare a questo bonus. 

Il primo requisito riguarda il patrimonio immobiliare. Questo è diverso da quello della prima casa di abitazione e non deve superare i 30mila euro. E, per finire, vi è il patrimonio mobiliare: questo non deve superare i 6mila euro, a cui però possono aggiungersi 2mila euro per ogni componente successivo al primo fino a un massimo di 10mila.

Leggi anche –> Il reddito di cittadinanza cambierà: tutte le novità del 2023

Seguono, poi, mille euro per ogni figlio successivo al secondo e i valori vengono incrementati fino a 5000 nel caso di persone con disabilità media nel nucleo familiare e 7500 se disabilità grave. Ma passiamo adesso a quello che è il succo del nostro discorso: ovvero, come poter fare per verificare a che Stato si trova la vostra domanda per il Reddito di Cittadinanza. 

Leggi anche –> Pagamenti di settembre per il Reddito di Cittadinanza: le date precise

Innanzitutto, sappiamo che l’esito della domanda per il Reddito di Cittadinanza arrivo entro il quindicesimo giorno del mese successivo a quello di presentazione. E’ tuttavia possibile monitorare lo stato di avanzamento accedendo al portale ufficiale o al sito INPS e andare alla sezione Pratiche. Qualora l’esito sarà negativo, potrete visionare anche la motivazione; se invece sarà positiva, dovrete aspettare il messaggio di conferma.