Una coppia di turiste presa a calci e schiaffi: violenta aggressione omofoba

Inaccettabile caso di omofobia. Una coppia di turiste è stata aggredita a Sperlonga a causa del proprio orientamento sessuale. Un uomo le avrebbe insultate e malmenate: sporta denuncia

Una scena comune, una coppia di turiste che passeggia nella località di Sperlonga (piccolo comune della provincia di Latina) trasformatasi in un atto d’inaudita violenza.

aggressione omofoba due donne sperlonga
Aggressione omofoba ai danni di una coppia di donne avvenuta a Sperlonga. Tuttogratis.it (Foto da Pixabay)

La loro “colpa” è quella di essere omosessuali, motivo che ha scatenato l’aggressione di un uomo che ha visto le due donne scambiarsi gesti d’affetto. Dagli insulti si è passati alle mani; una delle vittime è finita in ospedale con una prognosi di una settimana.

Sperlonga, aggressione omofoba ai danni di una coppia di donne: una delle due violentemente malmenata

aggressione omofoba due donne sperlonga
Aggressione omofoba ai danni di una coppia di donne avvenuta a Sperlonga. Tuttogratis.it (Foto da Pixabay)

Due turiste (una donna napoletana di 34 anni e la sua compagna italocubana) si stavano godendo le proprie vacanze nella località di Sperlonga, comune in provincia di Latina. La loro visita si è trasformata in terrore in seguito a un atto di violenza di cui sono state vittime.

LEGGI ANCHE: Travolto da un’auto mentre passeggia con mamma e zie: morto bimbo di 11 anni

Passeggiavano tranquillamente tenendosi per mano. Si sarebbero sono scambiate un bacio. É questo che avrebbe fatto scattare l’ira di un passante. Secondo quanto riportato da diverse fonti tra cui Vanity Fair, La Stampa e Il Fatto quotidiano, l’assalitore le avrebbe dapprima insultate pesantemente. Poi le avrebbe malmenate prendendole a calci e schiaffi.

La donna napoletana è caduta a terra. Sarebbe a questo punti che l‘uomo avrebbe infierito su di lei colpendola alle gambe con un passeggino. La turista è finita al pronto soccorso dell’ospedale Giovanni di Dio a Fondi con una prognosi di sette giorni. Ha sporto denuncia.

L’aggressore non era solo; altre persone erano presenti ma sono rimaste a guardare la turpe scena senza intervenire. Tra loro anche un bambino.

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha espresso via Twitter solidarietà alle due donne: “A Sperlonga una bruttissima aggressione contro due ragazze lesbiche. Può un bacio scatenare tanta violenza? No! In prima linea contro l’omofobia, per dare più diritti e più tutele alle persone Lgbt+”.

LEGGI ANCHE: Macabra scoperta: comprano valigie all’asta, ci trovano resti di due bambini

Segnale dal mondo politico anche da parte del presidente del Consiglio regionale del Lazio Marco Vincenzi:Fa male leggere questa notizia, l’amore è uguale per tutti e tutti devono avere gli stessi diritti. Confidiamo che le due ragazze possano avere giustizia”.