Crolla al suolo davanti ai colleghi: ragazzo stroncato da un malore mentre lavora

Ieri mattina in un magazzino di Alatri (Frosinone), un ragazzo di 35 anni è morto dopo essere stato colto da un improvviso malore mentre lavorava. Sotto choc i colleghi.

Un ragazzo di 35 anni è morto improvvisamente nella mattinata di ieri mentre lavorava in un ingrosso di materiale per l’edilizia di Alatri, in provincia di Frosinone. Il giovane avrebbe accusato un malore ed in pochi istanti è crollato al suolo sotto gli occhi dei presenti che hanno chiamato il 118.

Alatri malore lavoro ragazzo 35 anni
(Foto da Canva) – Tuttogratis.it

L’intervento dei sanitari è stato tempestivo: purtroppo, però, per il 35enne ogni tentativo è stato inutile. Ai medici non è rimasto altro che constatarne il decesso. Sul posto anche i carabinieri per tutti gli accertamenti del caso.

Alatri, colto da un malore improvviso mentre lavoro in un magazzino: morto ragazzo di 35 anni

Alatri malore lavoro ragazzo 35 anni
(Djedj – Pixabay) – Tuttogratis.it

Si è sentito male e si è accasciato al suolo davanti ai colleghi. È morto così un ragazzo di 35 anni che stava lavorando presso un magazzino di materiale per l’edilizia nella zona Chiappitto di Alatri (Frosinone).

Il dramma si è consumato nella tarda mattinata di ieri, martedì 2 agosto, quando il giovane, che si era recato come ogni mattina presso l’ingrosso, riportano alcune fonti locali e la redazione del quotidiano Il Messaggero, ha accusato un improvviso malore che non gli ha lasciato. Vedendolo crollare a terra, i colleghi hanno subito chiamato il numero unico per le emergenze.

LEGGI ANCHE: Terribile scoperta in un seminterrato: uomo trovato morto

La centrale operativa ha, dunque, inviato sul posto un’ambulanza ed un’automedica. Lo staff sanitario ha immediatamente avviato le manovre salvavita, ma dopo svariati tentativi si è dovuta arrendere dichiarando il decesso del ragazzo.

LEGGI ANCHE: Incidente sulla bretella autostradale: distrutta un’intera famiglia

Accorsi anche i carabinieri che hanno avviato le indagini per determinare con certezza cosa sia accaduto al 35enne. Da quanto appurato, scrive Il Messaggero, si ipotizza possa essere stato colto da un malore a livello cerebrale, ma a stabilirlo con certezza potrebbe essere l’esame autoptico sulla salma che non è ancora stato stabilito dall’autorità giudiziaria.

Intanto i militari dell’Arma hanno acquisito i filmati ripresi dalle telecamere di sicurezza del magazzino che potrebbero aver ripreso la scena fornendo maggiori dettagli sul drammatico episodio che ha sconvolto tutti i colleghi del giovane.