Drammatico incidente in un cantiere: muore piastrellista 

Un piastrellista 55enne di Asiago (Vicenza) è morto ieri in un cantiere di Zebbo di Gallio dopo essere caduto nella tromba di un ascensore. Sul posto i soccorsi e le forze dell’ordine.

Ancora un infortunio mortale sul lavoro, l’ennesimo. Nel pomeriggio di ieri, un operaio di 55 anni ha perso la vita mentre era impegnato in alcuni lavori all’interno di un cantiere edile a Zebbo di Gallio, in provincia di Vicenza.

Gallio operaio morto cantiere edile
(Foto da Canva) – Tuttogratis.it

Non è ancora chiara la dinamica dei fatti, ma sembra che il piastrellista sia precipitato nella tromba di un ascensore per alcune decine di metri. All’arrivo dei soccorsi, chiamati dai colleghi, per il 55enne non c’è stato nulla da fare. Ora si indaga per determinare quanto accaduto.

Gallio, precipita nella tromba dell’ascensore di un cantiere: perde la vita piastrellista

Gallio operaio Cristiano Bonomo morto cantiere edile
(Foto da Canva) – Tuttogratis.it

È Cristiano Bonomo, piastrellista 55enne di Asiago, la vittima dell’incidente verificatosi ieri pomeriggio, lunedì 1 agosto, in un cantiere edile di Zebbo, località del comune di Gallio (Vicenza).

Secondo le prime informazioni, come riportano i colleghi di Rai News, l’operaio stava effettuando alcuni lavori nel cantiere quando, per cause ancora da stabilire, è caduto nella tromba di un ascensore piombando al suolo dopo un volo di circa dieci metri. I colleghi, accorgendosi della tragedia, hanno allertato immediatamente i soccorsi.

LEGGI ANCHE: Precipita in un dirupo con il suo cane: pastore di 25 anni perde la vita

La centrale operativa del numero unico per le emergenza ha inviato immediatamente un’equipe medica, giunta sul posto insieme ai vigili del fuoco. I soccorritori hanno tentato di rianimare disperatamente Bonomo, ma ogni sforzo si è rivelato inutile. Alla fine è stato constatato il decesso, sopraggiunto per i gravi traumi riportati nella caduta. Data la gravità della situazione era stato allertato anche l’elisoccorso, poi ripartito vuoto.

LEGGI ANCHE: Sparatoria in un bar del centro: ucciso un architetto, ferito gravemente un 44enne

Per gli accertamenti del caso sono intervenuti i tecnici dello Spisal (Servizio prevenzione igiene sicurezza ambienti di lavoro) dell’Ulss 7 Pedemontana ed i carabinieri che ora stanno cercando di chiarire per quali ragioni la vittima sia precipitata. Al vaglio, scrive la redazione di Rai News, anche eventuali responsabilità e se all’interno del cantiere siano state rispettate tutte le norme di sicurezza previste dalla legge.