Volo cancellato: soldi persi o c’è speranza di un rimborso

Cosa c’è di più brutto quando si è in procinto di partire e il nostro volo viene cancellato di punto in bianco? Abbiamo diritto a un rimborso o abbiamo perso tutto?

Le meritate vacanze quando arrivano sembrano scacciare via ogni pensiero negativo. Ma ecco che come un fulmine a ciel sereno, potremmo trovarci il volo cancellato.

rimborso aereo
È possibile ottenere rimborso aereo?-tuttogratis.it-(foto da pixabay)

Ultimamente si sta assistendo sempre più spesso a cancellazioni di voli. Il tutto è dovuto a mancanza di personale, in particolare delle compagnie low-cost, ed a scioperi del personale di bordo e di terra. Ed è così che si piomba improvvisamente nel baratro e nell’oblio. Nella migliore delle ipotesi la cancellazione è stata comunicata con anticipo, nella peggiore invece potremmo trovarci nel bel mezzo di una folla in aeroporto con i nostri bagagli al seguito. Oltre al danno, è possibile evitare la beffa dei soldi perduti? 

Rimborso aereo: cosa bisogna sapere

rimborso aereo
È possibile ottenere rimborso aereo?-tuttogratis.it-(foto da pixabay)

Se avete prenotato una vacanza in posti super scontati, potete ancora recuperare il vostro viaggio. Niente panico. Innanzitutto, in caso di annullamento last minute, la compagnia aerea ha il dovere di imbarcarci nel prossimo volo utile, sostenendo le spese di ritardo. La differenza invece per una cancellazione avvenuta con giorni di anticipo, la fa proprio il tempo di preavviso.

Leggi anche -> Il miglior sito web per risparmiare sulle vacanze estive

Prima di fare questi calcoli, è bene avere a portata di mano tutte le ricevute ottenute in fase di acquisto e non cestinare mai le email. Esigete qualsiasi tipo di comunicazione in forma scritta. Se la compagnia aerea avvisa di un cambio di volo prima dei 14 giorni dalla partenza, non si avrà diritto al risarcimento e la stessa compagnia indicherà un volo alternativo. Se rientra l’avviso tra i 7 ed 14 giorni di preavviso ed è fornito un volo sostitutivo con partenza non oltre le 2 ore e l’arrivo non oltre le 4 ore di ritardo del previsto, non c’è diritto al rimborso.

Quando si ha diritto

Se avete prenotato un volo low-cost, occhio sempre alle comunicazioni. Se l’avviso arriverà meno di 14 giorni prima, e non ci sarà offerta di volo sostitutivo, il rimborso è un vostro diritto. Oppure, se il volo sostitutivo fornito parte con più di 2 ore della partenza prevista e l’arrivo è oltre le 4 ore di orario inizialmente previsto, avete diritto al rimborso. Inoltre, il rimborso è regolamentato a seconda delle tratte di volo: è di 250 euro infatti per le tratte cosiddette brevi, entro i 1500 km.

Leggi anche -> Prenota subito le tue vacanze approfittando di questi super sconti

Per le medie, intese per le tratte che arrivano fino a 3500 km, è previsto di 400 euro. Se la tratta è lunga, che supera quindi i 3500 km il risarcimento sarà di 600 euro. Ogni compagnia inoltre può fornire, in luogo del volo sostitutivo, un voucher da utilizzare per i prossimi voli. Il consumatore può accettarlo o richiedere il rimborso.