Ci sarà un bonus sullo stipendio il 2 giugno: ecco a quanto ammonta

Per la felicità di molti lavoratori il 2 giugno ci sarà un bonus sullo stipendio: ma come funziona esattamente e a quanto ammonta?

Da quando il governo guidato da Giorgia Meloni è salito al potere, sono stati introdotti numerosi bonus destinati a migliorare la vita delle persone più precarie, che spesso faticano ad arrivare a fine mese. Questi incentivi sono pensati per offrire un sostegno concreto in vari ambiti della vita quotidiana, contribuendo a ridurre il peso delle difficoltà economiche.

bonus sullo stipendio
Il 2 giugno ci sarà il bonus sullo stipendio: ecco per chi-tuttogratis.it

Tra i bonus più apprezzati e utilizzati spicca il Bonus Psicologo, che fornisce un supporto fondamentale per la salute mentale, rendendo accessibili servizi psicologici a chi ne ha bisogno. Un altro incentivo importante è il Bonus Prima Casa, che aiuta i giovani e le famiglie a realizzare il sogno di acquistare una casa, spesso un passo cruciale verso la stabilità economica.

Il Bonus Ristrutturazione è un’altra misura significativa, che permette di migliorare le proprie abitazioni con agevolazioni fiscali, incrementando il valore degli immobili e la qualità della vita. Per i giovani, è disponibile il Bonus Giovani, che include varie agevolazioni su formazione, lavoro e cultura, incentivando lo sviluppo personale e professionale.

Infine, la Carta Risparmio Spesa è un aiuto prezioso per le famiglie in difficoltà, offrendo sconti su beni di prima necessità. Questi bonus rappresentano un passo importante del governo Meloni per sostenere chi si trova in condizioni di precarietà, cercando di alleviare le difficoltà economiche quotidiane. Ma tra gli incentivi, c’è anche quello del 2 giugno che prevede un aumento sullo stipendio.

Bonus sullo stipendio: ecco a quanto ammonta

Il 2 giugno 2024 si celebra la Festa della Repubblica, che quest’anno cadrà di domenica. Questo comporta che molti lavoratori non potranno usufruire di un giorno di riposo retribuito, come accadrebbe se la festività fosse caduta in un giorno feriale. Tuttavia, una legge italiana del 1949 offre una soluzione positiva a questa situazione.

bonus sullo stipendio
2 giugno: bonus sullo stipendio-tuttogratis.it

Grazie alla legge n. 260 del 1949, i lavoratori avranno comunque diritto a una giornata di riposo retribuita, anche se la festività non verrà goduta. L’articolo 5, comma 3, di questa legge stabilisce che, quando una festività cade di domenica, i lavoratori devono ricevere una retribuzione aggiuntiva. Questo significa che il giorno festivo sarà considerato come lavorato, comportando una maggiorazione dello stipendio.

In pratica, i lavoratori vedranno una voce aggiuntiva nella loro busta paga. Per chi ha uno stipendio fisso, l’importo aggiuntivo sarà equivalente a una giornata di lavoro, calcolato come 1/26 dello stipendio mensile. Ad esempio, con uno stipendio di 2.000 euro, il bonus sarà di circa 77 euro lordi, mentre per uno stipendio di 2.500 euro, il bonus sarà di circa 96 euro lordi. Per gli operai retribuiti a ore, l’importo aggiuntivo sarà calcolato moltiplicando il compenso orario per le ore lavorative usuali, ad esempio, 70 euro per 7 ore di lavoro a 10 euro l’ora.

Molti esercizi commerciali, bar e ristoranti saranno aperti il 2 giugno, e i lavoratori impiegati in questi settori avranno diritto a una maggiorazione della retribuzione. Questa maggiorazione varia a seconda dei contratti collettivi nazionali di lavoro (Ccnl). Ad esempio, il Ccnl Commercio prevede una maggiorazione del 30%, mentre il Ccnl Multiservizi, che copre i lavoratori delle pulizie, offre una maggiorazione del 50%. Nel settore della ristorazione, la maggiorazione è del 20%.

Impostazioni privacy