Queste cattive abitudini ti costano un occhio della testa: ecco quanto spendi

Ci sono delle abitudini, considerate cattive e poco sane, che durante l’anno possono portarti a spendere davvero un occhio della testa

Ognuno di noi, durante la sua routine quotidiana, ha delle abitudini da rispettare personalmente e che non si riescono ad abbandonare molto facilmente. Alcune di esse sono estremamente utili e sane, che durante le nostre giornate ci forniscono quell’apporto di energie e benessere di cui abbiamo bisogno ogni giorno. Ci sono altre invece che sono davvero poco salutari, ma delle quali molte persone non riescono proprio a fare a meno.

hai mai fatto un calcolo delle tue cattive abitudini?
Quanto costano le cattive abitudini – tuttogratis.it

E queste abitudini, oltre ad essere cattive e poco utili per il nostro organismo, possono anche costarci davvero tantissimo. Infatti, conti alla mano, alla fine dell’anno spendiamo tantissimi soldi per delle abitudini che, se fossero annullate, potrebbero farci avere tanti soldi da parte alla fine dell’anno. Ecco quali sono le più diffuse e quanto potremmo risparmiare.

Cattive abitudini: ci costano davvero tanto

Ci sono dei lussi che tutti noi ci concediamo ogni giorno, oppure ogni settimana. Sono chiamati in questo modo in quanto rappresentano delle cose di cui potremmo fare a meno, o se non altro, di cui il nostro organismo non avrebbe direttamente bisogno. E alcuni di questi, oltre a creare una grande dipendenza, costano anche tanto. E proprio il tema della dipendenza ci induce a farne un abuso, corrispondendo ad una delle spese più ampie del nostro anno.

ecco quanto ti costano le tue abitudini
Sai quanto spendi per le tue cattive abitudini? – tuttogratis.it

Nonostante il costo della vita sia in continuo aumento, a tali abitudini non si riesce a rinunciare, e anche alcuni di esse sono state impattate pesantemente dal caro vita. Una cattiva abitudine su tutte, e verrebbe da dire quasi tutta italiana, è costituita dal consumo delle sigarette. Ma anche concedersi delle frequenti bevute oppure il delivery, sono delle abitudini che a lungo andare ci costano un occhio della testa.

Sicuramente il consumo di sigarette ha una cadenza quasi giornaliera, rispetto a bere oppure al food delivery, a qualsiasi tipo di asporto. Infatti, l’assuefazione da nicotina è molto rapida, per cui il suo consumo è molto più rapido e ci induce a comprarne più di frequente. Concedersi, poi, una bevuta settimanale non è così negativo (in particolare per il benessere mentale, a patto che si beva responsabilmente), ma bere reiteratamente oltre che far male ci costa anche tanto.

Così come la comodità del delivery: ci sono tantissime compagnie di asporto che ad ogni ora e momento del giorno possono portarci a casa cibo e tante altre cose. Per tanta gente è diventata una vera e propria abitudine. Sommate, tutti questi “vizi” alla fine dell’anno possono cubarci anche una spesa fino ai 15 mila euro annui. Magari, limitando qualcosina, si riuscirebbe anche a mettere qualcosa da parte.

Impostazioni privacy