Hai tante mollette? Ecco l’idea perfetta per come riciclarle

In casa spesso abbiamo tante vecchie mollette che non utilizziamo: con queste idee puoi riciclarle per la tua casa. Ecco le idee migliori

Tutti quanti in casa abbiamo alcune cose che utilizziamo in maniera quotidiana, e spesso queste non bastano mai. Alcune di queste, come per esempio, possono essere le mollette per stendere il bucato. Tendenzialmente sono di plastica, oppure di legno. Queste in particolare, rispetto a quelle di plastica, tendono a deteriorarsi più facilmente anche se sono quelle più diffuse.

come riciclare le mollette
Riciclo mollette: ecco le idee originali – tuttogratis.it

Talvolta ne abbiamo talmente tante, che alcune restano sempre sul fondo del classico cestino, in attesa della stesura master e più ampia in assoluto, per poterle utilizzare. Se ci accorgiamo, invece, che non verranno mai prese in considerazione, possiamo provare a riciclarle per creare dei simpatici elementi che possiamo utilizzare tranquillamente in casa. Ecco quali sono le idee più originali e che si riveleranno estremamente utili.

Riciclare vecchie mollette: ecco le idee più originali

Di accumulatori seriali ce ne sono davvero tanti in giro, che tra cassetti, soffitta e cantina hanno davvero di tutto. Spesso può capitare di essere invasi dalle mollette per stendere il bucato, ma non perché ci piaccia collezionarle ma perché sembrano non essere mai abbastanza, e allora ogni occasione è buona per comprarne delle nuove. Eppure, ad un certo punto ci si rende conto che sono davvero tante e che molte di esse non saranno mai utilizzate.

idea riciclo per le mollette
Mollette per il bucato: ecco come riciclarle – tuttogratis.it

Allora basta ingegnarsi un po’, per creare delle piccole decorazioni casalinghe che possano abbellire, ad esempio, i nostri balconcini o le nostre finestre, ma usarle anche per l’interno. L’utilizzo più diffuso è quello di creare dei contenitori per delle candele, o addirittura dei piccoli vasetti per le piantine. Tutto ciò che ci servirà è qualche contenitore di alimenti in alluminio, come per esempio una scatoletta di tonno, tutto ben ripulito, e ovviamente le mollette.

Una volta individuato il contenitore adatto, non basta altro che ripulirlo per bene dai residui di cibo e, se ritenere opportuno, anche di bollirlo così da eliminare ogni tipo di batterio prima di utilizzarlo. Dopodiché, individuate le mollette che non vi servono e iniziate a disporle in fila, una dietro l’altra, sul bordo della scatoletta. In questo modo creerete un vero e proprio contenitore. Potete anche prenderne uno più grande e inserirlo l’uno dentro l’altro.

Potrete fare, in questo modo, un simpatico porta candele e anche un porta piantine, come per esempio possa essere il basilico. Il legno è sempre molto elegante, potete anche colorare il legnetto rispetto al colore originale, magari alternando qualche tono così da creare un effetto più dinamico.

Impostazioni privacy